In evidenza

Blog letterario: pane, libri e fantasia

Ho creato questo blog per presentare nuovi autori ed esplorare nuovi mondi letterari. Sono una lettrice accanita, soprattutto di classici della letteratura, ma mi piace anche scoprire interessanti opere di narrativa dell’universo letterario moderno. Esprimerò quindi la mia opinione sui libri che leggo, ovviamente il mio giudizio è soggettivo e non per forza condivisibile da tutti 🙂 Accetto il formato cartaceo, ma anche Word e PDF. Ho creato uno spazio dedicato specificamente agli esordienti, con biografia, altre informazioni e, se possibile, anche un’intervista.

books-1655783_960_720.jpg

Annunci

Insula Tresoya

41L5PEhDa7L

Oggi vi parlo di Insula Tresoya, thriller di Sébastien Lencroz che ho avuto l’occasione di tradurre quest’anno dal francese. Si tratta del romanzo d’esordio dell’autore, il quale, come ci rivela nella presentazione biografica, ha ancora tante idee nel cassetto da realizzare. La trama, che si svolge quasi completamente sull’isola d’Yeu (antico nome Insula Oya), si intreccia intorno a una confraternita millenaria che protegge un segreto ignoto agli stessi confratelli, una conoscenza che per alcuni dei Gran maestri meno – diciamo così – virtuosi diventa un importante strumento di potere da avere ad ogni costo. La scoperta del segreto ignoto all’umanità, eppure enormemente prezioso, potrebbe infatti rivoluzionare tutto il nostro modo di pensare e agire e riscrivere completamente la storia. Ecco perché, sin da tempi immemorabili, ha fatto gola a molte persone, che sono state persino pronte a uccidere per possederlo. Nel contesto di questa ricerca si inserisce la storia di Marie e Jérôme, lei temprata da anni di addestramento finalizzati a raggiungere l’obiettivo di suo padre e lui che ignora le proprie origini, ma le scoprirà nel corso della storia. Gli altri personaggi in verità sono pochissimi, il romanzo ruota soprattutto intorno a Marie, che racconta in prima persona e al presente. A questo proposito devo dire che lo stile, così diretto e immediato, mi è piaciuto molto, come pure gli excursus nella preistoria, la descrizione dell’isola dove quasi tutta l’azione si svolge e il finale molto interessante. Trovo ottima l’idea di far corrispondere l’effettiva realtà dell’isola, con le sue testimonianze megalitiche e i monumenti storici, all’azione del romanzo e al dipanarsi delle ricerche. L’unica pecca del libro è per me l’abbondare di sparatorie e scene ad alta tensione, magari una o due in meno l’avrebbero reso più equilibrato, ma nel complesso devo dire un buon romanzo d’esordio, in ogni caso è stato divertente tradurlo!

Insula Tresoya su Amazon

L’amica geniale

buildings-3700062_960_720.jpg

Ho appena finito di leggere la tetralogia de L’amica geniale di Elena Ferrante e sono inconsolabile! 😦 La serie mi ha conquistato sin dall’inizio per la fantastica ambientazione, sul cui sfondo si muove una moltitudine di personaggi disegnati con realismo, poesia, precisione e tanto amore. La storia parte da Napoli e si dipana dal periodo del dopoguerra fino ai nostri giorni attraversando tutte le fasi politiche e sociali del paese. A ogni pagina l’autrice sorprende e spiazza sapientemente il lettore attirandolo in un vortice di partecipazione sentimentale da cui è impossibile sfuggire, tanto che ogni interruzione alla lettura diventa quasi una tortura. È la storia di un’amicizia che oscilla fra affetto e invidia, ammirazione e allontanamento, immersa in altre storie di odio e miseria, di riscatto, di abbandono, di rassegnazione, ricche di colpi di scena che rapiscono il lettore e arrivano al cuore. Gli avvenimenti si intrecciano nella trama e si rincorrono attraversando i quattro volumi, fino all’ultima pagina, lo spettacolo a puntate dei personaggi del romanzo appassiona sempre più, e alla fine, il cerchio si chiude, Napoli torna protagonista, dopo vicissitudini, traslochi, separazioni, lotte e conquiste. E ora che è finito anche il quarto libro? Come fare senza Lila e Lenù? Come rassegnarsi a non essere più parte e spettatori della loro vita? Già mi mancano! A proposito, il 27 novembre inizia la miniserie in 8 puntate, con regia di Saverio Costanzo. Vi lascio con le sue parole: “Ci sono tanti livelli della narrazione. È la storia di un’amicizia, con ombre e luci. La Ferrante è alla ricerca della verità umana: ha raccontato il peso di un’amicizia, che è un sostegno ma anche un peso, come tutti i rapporti”.

Primo volume: L’amica geniale

Secondo volume: Storia del nuovo cognome

Terzo volume: Storia di chi fugge e di chi resta

Quarto volume: Storia della bambina perduta

 

Canne al vento

“Ma perché questo, Efix, dimmi, tu che hai girato il mondo: è da per tutto così? Perché la sorte ci stronca così, come canne?

“Sì, egli disse allora, siamo proprio come le canne al vento, donna Ester mia. Ecco perché! Siamo canne, e la sorte è il vento.”

Su Letture recenti un nuovo consiglio di lettura, Canne al vento di Grazia Deledda.

cyprus-3661634_960_720.jpg

La strategia del colibrì

Il manuale del giovane eco-attivista

Dedicato ai giovani per le varie iniziative proposte da realizzare a scuola o all’università, è un’ottima lettura anche per gli adulti, in quanto offre molti spunti di riflessione sulle tematiche ambientali. Comincia proponendo vari metodi per migliorare la nostra impronta ecologica nella vita di tutti i giorni, a livello di energia, riscaldamento, utilizzo dell’acqua, trasporti, agricoltura urbana, riciclo ecc. poi dà un’idea di come i cambiamenti climatici minaccino l’ambiente e delle soluzioni politiche adottate in alcuni Paesi. Segue una guida al consumo critico (grande distribuzione vs. commercio locale, l’alto costo dei prezzi bassi ecc.), a un’alimentazione sana, pulita e giusta, a un abbigliamento dal minimo impatto ambientale e sociale e a un viaggiare responsabile. Per finire ci parla della globalizzazione, della delocalizzazione e dello sfruttamento delle risorse dei Paesi in via di sviluppo. L’ho trovato un libro interessante per chi ha già una consapevolezza ambientale, ma anche per chi si affaccia a queste tematiche e vuole magari saperne di più su ciò che si nasconde dietro lo stile di vita occidentale.

Arrivano i pirati!

Nella sezione Recensioni trovate la recensione di At World’s End: Wanted Pirates di Sabrina Pennacchio pubblicato da WritersEditor, una storia di avventura per tutti!

“XIX secolo – Oceano Atlantico
Alcuni narrano che Calico Jack, il più temuto fra tutti i pirati, sia stato giustiziato in Giamaica molti anni orsono; altri narrano, invece, che questi sia tornato dal mondo degli inferi dopo un accordo con Satana, per continuare a terrorizzare i mari indisturbato.
Eppure, nonostante ciò che si vocifera, un giorno un uomo che tutti conoscono come il temuto Calico Jack, rivendica la taglia sulla sua testa, lanciandosi in uno spietato attacco alla nave della Marina Britannica, per rapire la figlia del generale di ritorno dai paesi d’Oriente.”

Pirati.png

WC Tales

Sette “brevi storie per una sana e corretta attività intestinale”, questa la premessa. Il risultato? Storie grottesche, demenziali, inaspettate. L’autore ci dice che sono state buttate giù con spensieratezza, eppure traspare qualcosa di più. Dal punto di vista tecnico Vincenzo De Lillo ha ancora tanto lavoro davanti, ma è sulla buona strada. Trovate tutta la recensione, come sempre, su Recensioni.

FB_IMG_1518037576535

X Segreto

“Etrar è il mondo raccontato, l’altra faccia di noi stessi”. Verità, maschere, miti e leggende, tirannia e ribellione, questi i temi di X Segreto, il primo romanzo di Osvaldo Neirotti, presentato al Salone del Libro di Torino 2018. Trovate la recensione come sempre nella rubrica Recensioni

Segreto